logo

MANTOVANI: "APPOGGIO MORALMENTE LA CORDATA DI VIALLI. MANCINI? NON MI SAREI MAI ASPETTATO CHE DIVENTASSE UN GRANDE ALLENATORE" Share 0

 

L'ex presidente della Sampdoria, Enrico Mantovani, è intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli rilasciando alcune dichiarazioni: "La squadra in questo momento ha qualche piccolo problema. Le prime due giornate ci hanno detto che c'è una Sampdoria in difficoltà. Bisogna andare a Napoli e il trend non è certo positivo, abbiamo ottenuto solo un paio di punti nelle ultime trasferte al San Paolo. Poi c'è anche il rovescio della medaglia, nel calcio tutto può succedere e per la legge dei grandi numeri che può dare qualche speranza. Il pronostico è tutto a favore del Napoli e in effetti gli indicatori non lasciano grandi speranze. Per quanto riguarda la lotta al doping amministrativo l'UEFA si è mossa con il Fair Play Finanziario per evitare anomalie. Le plusvalenze quando sono reali sono una buona cosa. Troppe squadre vivono con la capacità dei propri dirigenti a scovare talenti da rivendere per poter andare avanti, il problema nasce quando le plusvalenze sono fittizie, e quella diventa una truffa. Non è molto facile controllare, però ci sono delle trattative per lo meno dubbie.

Sostegno alla cordata Vialli? Dipende da cosa si intende per sostegno. Da sampdoriano, se c'è Luca, non posso non essere d'accordo perché so quanto ama la maglia blucerchiata per la quale ha fatto e dato tutto. Il fatto che abbia scelto la Samp non può che riempirmi d'orgoglio, ma non dimentichiamo che Massimo Ferrero ha lavorato molto bene, che si ritrova con una squadra aumentata di valore, anche se dipende esclusivamente dai risultati, quindi consiglio di fare presto. L'aggressione a Ferrero? Quando accaduto non può assolutamente essere giustificato, fortunatamente, questo tipo di situazione non l'ho mai vissuta.

Mancini allenatore? Ho sempre pensato che Roberto non potesse fare così bene da allenatore per un aspetto caratteriale, ma sono sempre stato convinto che potesse diventare un ottimo CT da Nazionale, invece ha fatto addirittura meglio, ha vinto come allenatore, ora sta facendo benissimo con l'Italia e se la matematica non è un'opinione, significa che è davvero molto bravo".

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.