logo

ANCELOTTI: "LA 10 AD JAMES? L'IMPORTANTE E' CHE LA MAGLIA SIA AZZURRA"

 

Ieri sera incontro per il mister Carlo Ancelotti, insieme a Di Lorenzo e Ghoulam, con i tifosi che hanno potuto fare loro domande sul futuro e sulle curiosità. Eccone alcune:

Per Ancelotti: che modulo adotterai in campionato e Champions? "Sarà lo stesso dello scorso anno, è rimasto il 4-4-2 tutto l'anno e rimarrà così anche quest'anno, alternando in fase di costruzione. Si parla tanto di sistemi, 4-4-2, 3-5-2, ma i numeri sono legati solo all'aspetto difensivo, quando la squadra non ha la palla. Noi non attacchiamo mai con quattro difensori, a volte tre o due, anche i centrocampisti a volte tre o due, a volte gli attaccanti sono quatto. La dicitura del sistema di gioco è legata solo all'aspetto difensivo, si può vedere solo e non sempre in alcune situazioni quando la palla non ce l'hai".
Per Ancelotti: ti piace più Lozano o Icardi? "Sono due giocatori diversi, uno un finalizzatore legato ad un ruolo di centravanti, l'altro è più un attaccante moderno che può giocare in tante direzioni. Sono tutti nomi interessanti, il problema è che a giocatori di questo livello non è interessato solo il Napoli ma tante altre squadre".
Per Di Lorenzo: Cosa hai pensato quando ti ha cercato il Napoli? "Una bella emozione, non me l'aspettavo. Essere qui è motivo di orgoglio, spero di ricambiare la fiducia del mister".
Per Ghoulam: finirai la carriera a Napoli? "Mi mancano ancora tre anni di contratto, fino a 31 anni sarò sotto contratto con il Napoli e poi si vedrà, i calciatori possono andare via o rimanere, spero di rimanere per tanto tempo, ma come dice il mister questo è il momento di vincere".
Per Ghoulam: come avete accolto la notizia di Sarri alla Juve? "Nello spogliatoio non ci sono ancora tutti, ognuno ha il suo parere. La Juve è sempre una squadra da battere, che ci sia Sarri o no a me non cambia nulla, dobbiamo vincere lo stesso".
Per Ancelotti: al Napoli preferiresti James o Icardi? "Mah, è difficile. Tu sei giovane, difficile rispondere a questa domanda. Sono due ottimi giocatori, ma queste domanda mi mettono in difficoltà, rispondere su giocatori che non sono qui vorrebbe dire sminuire invece quelli che sono qui".
Per i giocatori: con chi vorreste giocare? Risponde Ghoulam: "Già quelli che abbiamo in squadra a me vanno benissimo!".
Per Ancelotti: Cosa manca al Napoli per arrivare in fondo alla Champions? "Beh, qualcosa sicuramente manca. L'anno scorso abbiamo beccato un girone difficilissimo, quest'anno vogliamo migliorare la nostra qualità sotto tutti gli aspetti, sperando di non beccare un girone così difficile. Abbiamo beccato la squadra che ha vinto la Champions dalla terza fascia, ed abbiamo avuto il piacere di batterli quando abbiamo giocato al San Paolo."
Per Di Lorenzo: ti sei sentito pronto a diventare un giocatore del Napoli? "All'inizio è stata una chiamata un po' a sorpresa, se la società ha deciso di investire su di me è perchè mi ritiene pronto, ed io non vedo l'ora di iniziare e cercare di vincere qualcosa di importante".
Per Ancelotti: faresti Insigne per Icardi? "No, Insigne è il capitano del Napoli e siamo tutti contenti che resti qua!".
Per Ancelotti: Quando arriva Mertens? "Torneranno il 12 Mertens, Milik, Zilienski, Hysaj, Mario Rui. Il 13 arriva Insigne e Manolas, il 18 Meret. Fabiàn arriverà a Napoli, Allan il 7 direttamente a Miami, anche Ospina verrà lì. Koulibaly non si sa, ma perchè non si sa quando finirà la Coppa d'Africa".
Per Ancelotti: ha fatto delle richieste al presidente o si accontenta? "Non c'è molta chiarezza su questo. Questa è una società strutturata con il direttore sportivo con cui parlo tutti i giorni, con cui si fanno valutazioni della rosa in tutti i momenti. Alla fine della stagione si valuta come migliorare la rosa, poi ci si scontra con il mercato. Tutti vorrebbero comprare Messi, ma ci sono giocatori incedibili, che hanno piacere di venire al Napoli, altri vogliono vedere cosa succede sul mercato per poi decidere se venire a Napoli o meno. Noi cerchiamo giocatori funzionali e motivati, se il Napoli viene considerata una priorità allora si fanno tutti gli sforzi, altrimenti si cerca altro".
Per Ancelotti: perchè Koulibaly non è il capitano? "Ci sono delle gerachie da rispettare, ma per me la fascia non è così importante, può essere capitano anche qualcuno che non ha la fascia, che è rispettato dai compagni e rappresenta un esempio. Il capitano è una responsabilità importante perchè rappresenta la squadra con il comportamento e la serietà, ma in una squadra è importante avere tanti giocatori che mostrano serietà, Faouzi potrebbe essere tranquillamente capitano in questo senso".
Per Ancelotti: manovra offensiva eccessivamente elaborata? "Non credo, rispetto agli anni precedenti era meno elaborata, abbiamo giocato tanto in verticale. E' mancata un po' di precisione, freddezza, lucidità. Titolare Mertens o Milik? Hanno dimostrato di poter giocare insieme, sono due giocatori intelligenti, magari Milik più adatto per un certo tipo di partite e Mertens per altre".
Per Di Lorenzo: con quali giocatori ti trovi meglio a Napoli? "Conoscevo già Luperto con cui abbiamo giocato insieme ad Empoli, piano piano conoscerò tutti, sono contento di far parte di questo gruppo".
Per Ancelotti: quali giocatori vuoi vendere? "Finiamo bene (ride, ndr). Non te lo posso dire, ma nessuno dai! Se qualcuno vorrà partire poi valuteremo".
Per Ancelotti: chi è stato il più forte quest'anno? "Mamma mia che domanda! Io ho una valutazione in testa ma non vorrei fare figli e figliastri. Sono soddisfatto, c'è chi ha fatto bene e chi meglio, ma dobbiamo fare meglio tutti!".
Per Ancelotti: Verdi andrà al Torino? "Non lo so, per il momento si sta allenando qui e lo sta facendo bene. Poteva giocare qualche partita in più lo scorso anno, ha fatto però molto bene contro la Roma, il Torino. Non ha espresso tutto il suo potenziale ma avuto problemi alla caviglia, un problema muscolare, è una situazione che valuteremo se ci sarà la volontà del giocatore di andare altrove".

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.