logo

LA DIETA GIUSTA PER GLI ESAMI DI MATURITÀ , GIORGIO CALABRESE."POCO CAFFÈ, CEREALI, CARBOIDRATI E LEGUMI"

 

Ci siamo, gli esami di maturità sono cominciati. Questa mattina la prova d'italiano ha dato il via a quella che viene definita una fase importante della vita di un adolescente, un traguardo e un punto di partenza insieme che resteranno per sempre. Amica quasi inseparabile dei ragazzi è l'ansia. Ma come tenerla a bada? L'alimentazione gioca un ruolo fondamentale come ci conferma il prof. Giorgio Calabrese. Il noto nutrizionista è intervenuto a Radio Kiss Kiss Italia per consigliare cosa mangiare:
"Partiamo da un concetto importante, in questo momento non molte calorie, non molto caffè perché se eccitiamo con la caffeina il nostro corpo e il nostro cervello abbiamo poi le ricadute. Gli esami impegnano per molte ore, ci sono i momenti più brillanti e poi c'è l'updown, cioè vai su e poi giù.
Cominciamo sempre con il buon latte, zuccherato bene, che avrà dentro o vicino delle fette biscottate, meno possibile i grassi. Non mettiamo biscotti troppo compositi ma molto semplici, possiamo mettere dei cereali integrali perché questo permette di produrre piano piano l'insulina che è quella che brucia gli zuccheri come i pistoni bruciano la benzina. E sei noi camminiamo a 130 come si fa con la macchina abbiamo più resa, possiamo fare più chilometri. E questo è importante.
Attenzione alla frutta fresca che può essere in parte solida, in parte come spremuta o come centrifugato o estratto di frutta. In questo modo assumiamo gli zuccheri semplici che fanno partire molto bene il nostro cervello con un'energia che è quella di impatto. Una volta presi i vari titoli dei temi, ti fa capire velocemente qual è quello in cui ti senti più ferrato e quindi poi man mano vai avanti scrivendo molto bene.
Per quanto riguarda gli spuntini, poiché non ti puoi mettere a mangiare lo yogurt per questioni pratiche, la logica sarebbe quella di mangiare i cereali che non bisognerebbe mai togliere, fette biscottate, biscotti o un tortino. Quelle cose, cioè, che sono veloci, facilmente digeribili ma energetiche.
In attesa degli orali, la prima regola è di non togliete i carboidrati, i cereali e la pasta perché ha una duplice funzione:1) ti dà l'energia come abbiamo detto prima; 2) ti soddisfa il palato ma soprattutto fa aumentare una sostanza ormonale che si chiama serotonina, detto ormone del buonumore che è quello che ti permette non dico di essere più felice, ma più tranquillo, più sereno perché il cervello non va in down, non va in crisi ma mantiene l'umore anche nel momento in cui devi prepararti per la seconda e terza prova e gli orali. A volte si possono sostenere gli orali quasi subito dopo gli scritti ma quelli che arrivano alla fine hanno bisogno di un più lungo periodo in cui si consiglia di consumare verdura, frutta e cereali. E poi i legumi.. in questa fase, avendo un indice glicemico basso, mangiare legumi anche in un'insalata fredda, fa molto bene perché sono amidacei, hanno un po' di buone proteine e nel contempo non fanno aumentare l'insulina. Il che vuol dire che da una parte non produciamo grassi e dall'altra non andiamo in crisi energetiche"

RIASCOLTA L'INTERVISTA

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.