logo

GRAND NATIONAL

Carlo Weiss è un giardiniere paesaggista. Ana, sua moglie, l'ha lasciato, ma i suoi capelli biondo tiziano e il suo corpo muscoloso punteggiato di lentiggini sono ancora al centro di un vuoto che non riesce a riempire. Passa le sue giornate con Agon, un professore di francese emigrato dal Kosovo che si guadagna da vivere alle sue dipendenze rendendo belli i giardini dei ricchi.

Agon ha un passato oscuro e un presente che può vantare diverse zone grigie, ma la sua innocenza di bambino, così incongrua rispetto al corpo da colosso, ne fanno una presenza rassicurante, animata da un'elementare ma profonda saggezza.

Mentre Carlo si dibatte nella sua solitudine e nelle sue incertezze, gli giunge la notizia che sua madre, novantenne, è sparita dalla casa di riposo. La ritroverà al Grand National, lussuoso hotel délabré al confine con la Svizzera, dove da ragazza durante la guerra portava il pane per conto di suo padre.

È qui, nel suo paese natale, che la donna ha deciso di trascorrere i suoi ultimi giorni. È qui che il figlio verrà a sapere quali persone, sogni, paure hanno abitato la mente della madre, in quegli anni. Scoprendo, infine, che le persone a noi più vicine sono quelle che non conosciamo mai fino in fondo.

Roland Buti (Losanna 1964) ha studiato Lettere e Storia.

Dopo l'esordio nella narrativa con una raccolta di racconti, Les Âmes lestées (1990), pubblica il suo primo romanzo nel 2004, Un Nuage sur l'oeil, insignito del Prix Bibliomédia Suisse 2005 e scelto nella Sélection Lettres frontière 2008. Nel 2007 esce Luce et Célie e, nel 2013, A metà dell'orizzonte, romanzo che gli vale il Prix suisse de la littérature 2014 e il Prix du public RTS 2014, e lo proietta nel panorama letterario internazionale, con traduzioni in sette Paesi. Da questo libro è stato tratto l'omonimo film, diretto da Delphine Lehericey, con Thibaut Evrard e Laetitia Casta (2019).

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.