logo
I GOL DEL NAPOLI
OROSCOPO
scopri l'intervista

FRESCHI DI STAMPA

  • Harry Bosch ha sempre avuto un rapporto di odio/amore con il dipartimento di polizia di Los Angeles, ma ora quel rapporto è finito. Harry è in pensione. Quello...
  • «E ho pensato che avevo sbagliato vita, che così non andava bene, e che intanto mi ero perso delle cose, e moltissime altre, forse più importanti... cose... persone......
  • "Cosa devo fare della mia vita? Io non lo so. Avevo tutto: una famiglia, i soldi, l'amore, il rispetto. E il Sea-Gull Hôtel des Étrangers. Non mi è rimasto più...
  • Bella, intelligente, intuitiva, votata alla disciplina più ferrea e imbevuta di ideali patriottici. Nella Mosca di oggi, dove nessuno fa più finta di credere che...
  • Quando era ancora un bambino, Daniel Pennac passava le vacanze a La Colle-sur-Loup, in Costa Azzurra. Sole, piante di fichi e un gran pergolato sotto il quale si...
TUTTI IN CUCINA
Classifica Italiana
16
Fabri Fibra
Stavo pensando a te
17
Elisa
Ogni istante
18
The Kolors
Frida
19
Le Vibrazioni
Così sbagliato
20
Noemi
Non smettere di cerc...

LO SVEDESE

Ernst Grip, guardia del corpo reale e agente della Polizia di sicurezza svedese, viene convocato dall'FBI a New York e portato in uno sperduto atollo dell'Oceano Indiano per interrogare un detenuto di cui non si comprende la nazionalità. L'ipotesi è che il prigioniero sia svedese e sia coinvolto in un attacco terroristico di matrice islamica avvenuto in Kansas, ma poiché si rifiuta di parlare, sembra impossibile identificarlo. L'agente si trova davanti una specie di fantasma: ciò che resta di un uomo che ha subito per mesi e mesi le più atroci torture. Lentamente, però, il prigioniero comincia a raccontare, e Grip rimane invischiato in un'indagine che parte da fatti avvenuti in Thailandia subito dopo lo tsunami del 2004, si intreccia a una serie di furti di opere d'arte, agli interessi di uno spietato trafficante d'armi americano e si insinua nelle pieghe più oscure del terrorismo internazionale. Ma scoprirà qualcosa di ancor più sconcertante: che la sua vita e quella del misterioso detenuto sono legate in maniera inaspettata ma indissolubile. Thriller sofisticato e dal ritmo incalzante, Lo Svedese indaga nel cuore della psiche umana e della politica internazionale gettando una luce nuova sui compromessi morali che le persone, e le nazioni, sono costrette a fare in condizioni estreme. Karjel non solo ci dimostra di conoscere a fondo i meccanismi dell'intelligence e dell'indagine investigativa ma anche di saper dar vita a personaggi indimenticabili e dal volto profondamente umano. Con questo romanzo, tradotto in dieci lingue, e i successivi, l'agente Grip è destinato a entrare nell'olimpo dei grandi detective della letteratura. La Twentieth Century Fox ha acquisito i diritti cinematografici per realizzarne una serie televisiva.

Robert Karjel ex pilota di caccia è tenente colonnello dell'Aereonautica militare svedese e comanda uno squadrone di elicotteri. Dopo aver studiato al prestigioso Royal Institute of Technology di Stoccolma, dove ha conseguito la laurea in Fisica applicata, nel 2005 ha frequentato l'Amherst College, in Massachusetts. Nel 2010 è stato comandante dell'unità aeronavale sul pattugliatore Carlskrona nel Golfo di Aden, dove ha combattuto i pirati somali e ha partecipato alle operazioni militari nella regione dello Yemen, storica roccaforte di Al Qaeda. È apparso nel documentario della BBC The Trouble with Pirates, dedicato all'Operazione Atalanta. Le ricerche per i suoi romanzi lo hanno portato nel deserto libico, nei covi dei narcotrafficanti in Amazzonia e nella Biblioteca Apostolica Vaticana. Vive vicino a Stoccolma con la moglie e le due figlie.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.