logo

SARRI: "MERITAVAMO I TRE PUNTI, PERDERE QUESTA GARA SAREBBE STATA UNA BEFFA"

 

Al termine di Napoli-Inter il tecnico azzurro Maurizio Sarri ha parlato in conferenza stampa:

"Il turnover se lo fai e vinci sei un fenomeno, altrimenti hai sbagliato. Noi abbiamo validi campi, ma per metterli in condizione di fare bene vanno inseriti un paio per volta, con 6 per volta persi identità e dai la colpa poi a loro quando invece non è così. Per vedere il loro valore e farli rendere al meglio devi fare un paio di cambi, ma questa è una masturbazione mentale italiana, il City è all'ottava con gli stessi. Il calo non riguarda ottobre, siamo all'inizio. Ha fatto due mesi da fenomeno, un calo di rendimento è fisiologico. Per tutti il massimo della forma non può durare più di 21 giorni. Poi il calo fisico può arrivare dopo 4-5 mesi giocando ogni 3 giorni. Non è scritto nella logica essere protagonisti. Non ci fa nè caldo nè freddo. La partita ci lascia la sensazione di aver perso due punti con un'intensità mostruosa. Meno brillanti? Non credo, forse in qualcuno, tipo Insigne fermo per qualche giorno, ma sono cose naturali e non bisogna generalizzare. I numeri di Manchester sono di grande livello, per accelerazioni e la settimana scorsa anche i numeri della Lega ci danno primi in quasi tutte le statistiche, forse secondi solo per quantità di km. La condizione è buona, questo non è un momento in cui si paga la condizione. Sì, a tratti potevo giocare anche io dietro. Il centrocampo ha messo grande pressione, ai loro attaccanti arrivavano solo palloni sporchi, per questo abbiamo cambiato due mezzali per avere ancora questa pressione. Perderla anche sarebbe stata una beffa (ride, ndr). L'aspetto positivo è che abbiamo avuto 75% di supremazia territoriale con l'Inter che ha grandi ripartenze e che gli abbiamo concesso solo un paio di tiri è positivo. E' una delle migliori prove stagionali, ci siamo imbattuti in un portiere straordinario ma ci abbiamo messo del nostro sbagliando un paio di scelte in area. Meritavamo questi punti che non prendiamo, ma siamo consapevoli dell'ottima prova. Siamo in salute fisica e mentale".

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.