logo

JORGINHO: "STIAMO FACENDO UN LAVORO ECCEZIONALE E CONTINUEREMO A CRESCERE, COL SASSUOLO NON SARA' FACILE"

 

Il centrocampista del Napoli Jorginho ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli:

"Stiamo facendo un lavoro eccezionale. L'assist a Mertens è merito di tutta la squadra, di chi mi dà il pallone e di chi si fa vedere per ricevere il pallone. Ci crediamo tantissimo per il secondo posto, siamo molto concentrati, sappiamo cosa fare e vogliamo raggiungere questa posizione che è molto importante per noi. E' stato speciale per me essere abbracciato da Dries dopo il gol in una partita complicata, ho indovinato questo passaggio grazie anche al movimento di Marek, è tutto un lavoro di squadra, quell'assist non è solo merito mio ed è stato molto bello farlo. Non è facile giocare questo calcio, anche perché ormai ci conoscono, però stiamo lavorando bene e riusciamo a divertirci e divertire chi ci guarda e di conseguenza diventa tutto più semplice ed arriva anche il risultato. Può sembrare facile con il Sassuolo ma non lo è, è una squadra che mette in difficoltà tutti e non è facile giocare alle 12:30. Dobbiamo andare oltre a questo perché anche loro giocheranno a quest'ora. Dobbiamo lavorare bene. Sicuramente vogliamo rigiocare in Champions però per arrivare lì dobbiamo passare ora prima da Sassuolo e dobbiamo pensare solo alla prossima partita. Sicuramente sto bene ma devo crescere e migliorare, ho solo 25 anni e ci sono margini di miglioramento. Sto lavorando tanto per migliorare, lavoro molto ogni giorno in questo senso. Un giocatore lavora per raggiungere la nazionale, ora penso al Napoli. Vincere a Napoli non è come vincere da nessun altra parte. Vincere qui è speciale ed è un sogno anche per noi. Lavoriamo anche per il futuro, stiamo crescendo e vediamo cosa succederà. Per il momento pensiamo al Sassuolo che è meglio. Anche io sto aspettando il gol, ho provato nell'ultima gara ma non è entrata dentro. Sto lavorando per questo. Allan e Zielinski sono un po' diversi ma mi trovo bene con tutti e due. Il primo mi aiuta più in fase difensiva, il secondo nel tenere palla, ma mi trovo benissimo con tutti e due. Questa città la porterò sempre con me: qui ho tanti amici, è nato mio figlio. E' una città bellissima e chi viene a Napoli non la può mai dimenticare. Sono un giocatore come gli altri, il mio compito è di dare ordine ed equilibrio ed aiutare i compagni, ci provo a farlo nel migliore dei modi. Napoli è una città che dà tante soddisfazioni. Tu porti il loro colore e li rappresenti quando scendi in campo. Vivere questa città è qualcosa di grande. Ci dà ancora più consapevolezza dei nostri mezzi, andare al Camp Nou e non prendere gol non è semplice, ciò vuol dire che siamo stati bravi a segnare contro la Juve".

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.