logo

BENITEZ: LA CRESCITA DEL NAPOLI DIPENDE ANCHE DALLA PERMANENZA DEI GRANDI CAMPIONI

benitez 5

"Ho sentito Maggio, sta meglio ed ora ha bisogno di riposare un po'. Hamsik deve solo responsabilizzarsi"

Il tecnico del Napoli, Rafa Benitez, è intevenuto questo pomeriggio a Radio Kiss Kiss, rilasciando le seguenti dichiarazioni:

"Maggio sta meglio, ieri l'ho visto in ospedale ed oggi con un sms mi ha detto che sta bene. Ora ha bisogno solo di riposare un po'. Lunedì il Torino, la squadra ci arriva molto bene. Sappiamo che il Toro è difficile da affrontare, l'abbiamo visto nella gara d'andata. I granata sanno giocare a calcio, palleggiano molto bene, ma se siamo concentrati e facciamo il nostro gioco, possiamo battere chiunque. La differenza di cattiveria tra il Napoli ed il mio Liverpool? Lì sono stato sei anni, al primo anno abbiamo vinto la Champions anche se non era facile. Qui abbiamo bisogno di un po' di tempo, perché siamo appena all'inizio di un nuovo progetto, ma la squadra deve avere più continuità. I giocatori di qualità, personalità e carattere servono eccome, possono dare una mano alla fase di crescita anche all'allenatore. Ma in ogni gara noi dobbiamo sempre avere voglia di vincere e cattiveria agonistica, tutti devono avere questa mentalità. Le difficoltà di Hamsik? Parliamo di un giocatore diverso dagli anni scorsi, anche dal punto di vista tattico. Prima aveva Lavezzi e Cavani, ora deve avere più responsabilità in campo: ad inizio stagione è stato tra i migliori, l'infortunio l'ha inevitabilmente condizionato ma ora sta lavorando benissimo, deve soltanto mettere in campo quella personalità che gli appartiene per dire: "eccomi, io ci sono". Giovedì il Porto? Oggi ne ho parlato con i ragazzi: nel primo tempo non abbiamo fatto bene, al San Paolo dobbiamo mettere l'intensità vista nella ripresa ad Oporto e chiediamo l'aiuto dei nostri tifosi. Affronteremo una grande squadra, che ha vinto molti titoli, daremo il 100% e se lo faremo possiamo passare il turno, anche se non sarà facile. Dove il calcio italiano deve migliorare, a livello europeo? Rispetto alla Spagna c'è meno qualità, meno velocità di gioco e credo che questi siano aspetti molto importanti. Il terzo posto può convincere top players a giocare in azzurro? Abbiamo un'opportunità storica: giocatori di nome sono già qui, e se facciamo cose importanti in futuro, sul campo come in società, possiamo avere più chances di vedere altri grandi giocatori a Napoli. Il rimpianto di non avere avuto un vice Higuain? Condivido l'idea della Società di avere bilanci positivi ogni anno. Ma avere giocatori come Reina, Albiol, Higuain, Callejon e Mertens non è facile, faremo di tutto affinchè loro siano felici di restare qui, e se miglioriamo anche la struttura sarà più semplice portare a Napoli giocatori di livello assoluto. Lunedì avrò un occhio particolare per Cerci ed Immobile? Sono i miei difensori a dover stare attenti...".

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.