logo

DE LAURENTIIS A KISS KISS: E' BENITEZ L'ORO DI NAPOLI, DATEGLI TEMPO E VINCEREMO CON LUI. COL PORTO? AL SAN PAOLO VOGLIO UNA BOLGIA

delaurentiis

Il presidente del Napoli Aurelio de Laurentiis è intervenuto in ESCLUSIVA su Radio Kiss Kiss: "Il Porto è una squadra molto motivata dal cambio allenatore. Sarà una partita dura per noi, in un campo che ha sempre un grande tifo. Ce la giocheremo fino alla fine, Benitez è un maestro in questo. In attesa della gara di ritorno dove metterò prezzi popolarissimi in modo tale che ci sia lo stadio pieno voglio che il pubblico ci sia vicino. L'Europa League continuo a snobbarla, ma non in questa situazione, perchè per noi è il prosieguo della Champions League. Abbiamo dimostrato di poter competere con squadre molto importanti. Platini dovrebbe abolire l'Europa League, vista la disparità di trattamento tra le due competizioni. C'è troppa disparità di premi tra le due competizioni. Per questo propongo un campionato allargato europee mettendo in palio due miliardi di euro, si possono aumentare di un buon 30% i fondi messi a disposizioni di Platini. Mi sembra facile fare il bello con i soldi degli altri. Stesso discorso vale anche per le Nazionali, purtroppo i grandi predidenti di calcio del calcio compreso il signor Blatter credono che abbiamo in organico dei burattini che poi devono servire per le nazionali. L'Eca è interessata a farsi riconoscere una serie di benefici di cui prima i club non usufruivano. Sulla calendarizzazione bisogna portare un regime diverso. Bisogna sedersi al tavolino con i presidenti tutti insieme a Blatter e Platini mettendo delle regole più rigide, magari diminuendo il numero di partite in campionato per giocare poi in settimana le competizioni europee. Ci deve essere lo spazio per giocare altre competizioni. Poi le partecipazioni alle Nazionali poi bisogna valutarle insieme senza despoti e senza monarchi. Tutti devono ragionare in maniera democratica.

Reina? Dei portieri si parla sempre poco, ogni parata fatta da un portiere ha lo stesso valore di un gol fatto, perchè si evita di farlo agli avversari. Non gli si dà mai questo meritato sostegno e clamore. Quest'anno abbiamo un poker di portieri di grande rispetto. Reina è tra i migliori al mondo, Rafael, tutti lo hanno osannato per come ha giocato ed anche per come si è fatto male, Colombo è una persona colta e di grande equilibrio e fondamentale per lo spogliatoio. Andujar è il futuro portiere della nazionale argentina. Noi a portieri stiamo molto bene.

Ribadisco, quello allo stadio non era un pernacchio ma un olè. quando ero bambino fu ricostruito tutto il set de L'Oro di Napoli, mio padre aveva una società con Eduardo De Filippo. Mi rimase impressa una cosa di quel film e quando ci fu la scena del pernacchio con tutta la definizione dello stesso di Eduardo ne rimasi affascinato. I miei mi rimproverarono di volerlo imitare. Ma non ci riuscivo bene. Ma il pernacchio per Eduardo era una questione filosofica che partiva da un ragionamento filosofico.

Benitez è una persona a cui bisogna dare il tempo necessario, è il difetto per eccezione degli italiani, vogliamo tutto e subito. Vogliamo bruciare tutto subito. Benitez ha preso un'eredità dimezzata, sono 12 giocatori nuovi a sua disposizione, siamo terzi, siamo usciti glorosiamente dalla Champions, siamo in finale di Coppa Italia. Cosa dobbiamo fasre di più? Ci ha insegnato che in Europa non si gioca col 3-5-2 ma con il 4-2-3-1 o al massimo col 4-3-3. Bernitez mi ha anche spiegato che il 4.-2-3-1 sia il modulo migliore per confrontarsi al meglio contro i club internazionali più forti."

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.