logo

MESTO IN ESCLUSIVA A RADIO KISS KISS: STO TORNANDO. VORREI VINCERE UNO SCUDETTO CON IL NAPOLI!

Mesto

Giandomenico Mesto, calciatore del Napoli, ha rilasciato un'intervista esclusiva ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli:

"La partita contro la Roma sarà ovviamente stimolante e sono certo che i miei compagni riusciranno a dare il massimo per questo match importantissimo. In Coppa Italia la difesa fu perfetta, ricordo molto bene anche la gara di andata all'Olimpico e non ricordo di aver visto un Napoli schiacciato. Tra noi ed i giallorossi vengono fuori sempre belle partite, poi il risultato viene determinato dagli episodi. Sarà una gran bella partita sperando che si possa bissare il successo ottenuto in Coppa Italia al San Paolo. Giocare contro la squadra di Garcia non ci intimidisce perchè siamo consapevoli della nostra forza e del nostro valore. Gli episodi cambiano un risultato, certo non il lavore intero di un gruppo. La Champions? Abbiamo disuptato un girone incredibile e non passare il turno è stato il più grande rammarico. I punti conquistati ce li porteremo dentro e faranno parte del nostro bagaglio perchè abbiamo la consapevolezza di essere stati all'altezza dei top club europei. E' stato un girone pazzo, è dispiaciuto di essere stati eliminati ma abbiamo fatto tesoro di quanto accaduto. Adesso sotto anche con l'Europa League, che è un nostro obiettivo. Pensiamo prima alla Roma e poi al Porto: gara dopo gara, giocheremo con la massima concentrazione. Io cerco sempre di dare il meglio, ogni allenatore ha le sue idee e sono grato a Mazzarri perchè senza lui non vestirei oggi la maglia del Napoli, ma ringrazio tanto Benitez perchè mi ha dato l'opportunità di trovare il mio spazio e per le sue belle parole sul mio rinnovo contrattuale. Se rientrerò a maggio? Me lo auguro. Non ci siamo dati una scadenza precisa, settimana dopo settimana mi inserisco col gruppo provando a fare più allenamenti. Valutiamo di volta in volta come risponde il ginocchio. Andiamo avanti così, con lo staff medico del Napoli, con la mia voglia di tornare e con il loro supporto cercheremo di fare le cose nel miglior modo possibile. L'assenza di Zuniga? Il suo valore lo conosciamo, è uno dei terzini che si stava esprimendo al massimo nel nostro campionato e di conseguenza la sua assenza si è sentita molto. L'ho visto lavorare con sacrificio e sono sicuro che il suo apporto sarà fondamentale. Guardo le partite sempre dietro la porta, eccezion fatta quando piove... Quando sei infortunato, non riesci a vivere al meglio la vita della squadra e guardare le partite da dietro la porta non mi fa perdere contatto col campo. Come mi trovo negli schemi di Benitez? Benissimo, il mister è un grande intenditore di calcio e io cerco sempre di dare il massimo. Un pronostico per la gara con la Roma? Meglio di no... Ma posso dire che vogliamo vincere, sarebbe bellissimo ed importantissimo ottenere i tre punti perchè li meritiamo tutti. Napoli rappresenta per me la squadra di fascia alta, è il top. Quando un ragazzino inizia a giocare a calcio culla il sogno di arrivare in una squadra di alto livello e io con il Napoli ho coronato questo sogno. Udinese e Genoa sono ottime squadre, ma il Napoli nella mia carriera calcistica rappresenta il top. Foti? Il presidente della Reggina mi ha fatto i cimplimenti e ne sono felice. Dice che sono come un figlio ed ha ragione perchè mi ha visto crescere dai 14 anni e sono felice delle sue parole, così come sono orgoglioso di essere cresciuto nel settore giovanile della Reggina. Insigne? Intanto, gli auguro con il cuore di andare al Mondiale, così come Maggio che è già meritatamente un punto fermo dell'Italia di Prandelli. Lorenzo è fortissimo ed ha grandi margini di miglioramento. E' fortissimo ma è giovane e ha tempo per maturare e per mostrare con continuità il suo talento. Il Napoli vuole vincere, visto quanto fatto fino ad ora essere fiduciosi è davvero il minimo. Cosa mi chiedono i tifosi quando mi incontrano? Al di la dell'infortunio, le classiche sono: "amma vencere", "Ma o' Scudett". Giustamente i tifosi hanno questo sogno e noi che viviamo questa esperienza in maniera diretta sarebbe il traguardo più bello della vita, anche per chi lo ha già vinto. Della gastronomia partenopea amo particolarmente la pizza e cerco sempre di mangiarla nei luoghi più caratteristici della città: la pizza napoletana non ha bisogno di pubblicità, ma avendo la fortuna di vivere qui mi concedo spesso questi piaceri".

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.