logo

GALEONE: BENITEZ HA DATO AL NAPOLI MENTALITA' EUROPEA

galeone

Giovanni Galeone ha parlato a 360° del Napoli e della Nazionale: "Perchè il Napoli è discontinuo? L'Europa è una cosa un po' diversa dal campionato. Benitez ha dato al Napoli una mentalità europea, anche dal punto di vista del modulo, il 4-2-3-1, applicato dalle più grandi squadre continentali. Per fare questo ha dovuto cambiare molti calciatori, e indubbiamente qualche difficoltà l'ha avuta. Quando si affrontano formazioni di alto livello, comunque, il grado di concentrazione è maggiore. Giocatori come Higuain, Callejon, Mertens, si trovano a loro agio, e quando giocano contro una piccola del campionato italiano, credono magari di affrontare una piccola del campionato spagnolo. Il che, onestamente, non è proprio la stessa cosa. Direi che si tratta di una questione di esperienza. I ragazzi sono giovani, soprattutto quelli che innescano la fase offensiva del Napoli, che in ogni caso in fase difensiva ha qualche problema. L'assenza di Zuniga, comunque, è stata penalizzante anche per Hamsik. Ghoulan è bravino ma si può fare sempre qualcosa di più, e lo stesso Marek non è lo stesso dell'anno scorso, anche a causa dell'infortunio. In Italia abbiamo cultura del risultato, alla lunga però il Napoli è vero che è stato eliminato dalla Champions, ma ha ottenuto 12 punti e preferisco questo, piuttosto che non qualificarti con 5 o 6 punti come la Juventus, che ha avuto un girone molto più semplice. Ecco, una squadra che non ha mentalità europea paga eccome, nonostante stia dominando il campionato e nonostante gli acquisti che ogni anno continua a fare".
Allegri? Spero che alleni la Nazionale, ma per farlo dovrei pensare che gli azzurri non facciano bene ai Mondiali e naturalmente non me lo auguro. C'è stato un momento in cui Max era vicinissimo al Napoli: De Laurentiis ha un debole per lui, ho assistitito ad un paio di incontri tra loro e ho notato un presidente molto affettuoso.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.