logo

TORRONE ITALIANO


Foto di Sean Mallila

Nocciole tostate, mandorle, noci, albumi, miele, zucchero e ostia sono gli alimenti per comporre questo meraviglioso dolce, il Torrone.
Il nome deriva dal verbo latino il torreo, che significa abbrustolire, Il suo riferimento è alla tostatura delle nocciole o mandorle elementi fondamentali per questo buonissimo dolce.
Le varietà di torrone spaziano per tutto il nostro stivale con ricette che ci regalano moltissime rivisitazioni a seconda della tradizione locale. Il torrone è riconosciuto come prodotto artigianale italiano.
La ricetta che vi presentiamo oggi è quella classica.
La spesa:
Gr 200 miele
Gr 200 zucchero
Gr 200 mandorle pelate
Gr 40 acqua
2 albumi di uova
La lavorazione:
Mettete il miele in una piccola casseruola, e fatelo cuocere in un bagno-maria dove lo lavorerete mescolando con un cucchiaio di legno e girando costantemente fino a raggiungere una temperatura di 125°
(Potete trovare un termometro per alimenti anche nei supermercati più forniti).
In un'altra casseruola, versate lo zucchero con l'acqua lasciando il tempo che si colori raggiungendo la caramellizzazzione.
Montate gli albumi con la frusta elettrica o in una piccola planetaria, raggiunto il suo volume aggiungete per prima il miele cotto facendolo cadere poco per volta, poi il caramello facendo cadere anche questo gradualmente.
Fatta questa operazione trasportate il tutto in un pentolino di acciaio col triplice fondo, aggiungete le mandorle già tostate in forno, rimettere a cuocere tutto insieme a fiamma bassa.
Mescolare continuamente con un cucchiaio di legno e quando la massa tenderà a staccarsi dai bordi e dal suolo della pentola allora il torrone sarà pronto.
Foderare uno stampo con l'ostia, lasciate cadere il torrone sopra e ricoprite con un'altra ostia lasciandolo riposare per almeno 3 ore.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.