logo

LIBERALIZZAZIONE DROGHE LEGGERE, DON GENNARO MATINO: “LINFA PER LA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA”

 

"Liberalizzare la droga per sconfiggere la camorra" è il concetto ribadito, ai microfoni di Paolo Sergio a "La Radiosveglia" su Radio Kiss Kiss Italia, da Don Gennaro Matino, teologo ed editorialista di Repubblica, secondo cui è lo stesso divieto a causare disastri inauditi. "La società – spiega Matino - non riesce a porre freno a quello che è un commercio esasperato ed esasperante che non fa altro che arricchire i soliti noti cioè la camorra e chi con la camorra fa affari e crea ancora di più un disastro perché più la cosa è proibita più diventa allettante". Insomma togliere linfa alla criminalità organizzata per sottrarre "appeal" al prodotto droga. "E ovvio – dice Matino – che qualunque altra soluzione alternativa sarebbe auspicabile ma al momento non sembrano esserci alternative e poi le esperienze di Lisbona e Amsterdam hanno dimostrato che una normalizzazione del fenomeno allontana dall'uso di droghe soprattutto i più giovani".
Sul ddl "Liberalizzazione " fermo da oltre un anno e mezzo in parlamento e che rischia di naufragare definitivamente nel caso di caduta del Governo Gentiloni, Matino lancia un'altra provocazione: "A chi frutta il mercato della droga? – si chiede Matino – La parola camorra può essere un alibi anche per non raccontare che c'è una filiera di possibilità che grazie ai soldi della camorra fa affari".

RIASCOLTA L'INTERVISTA

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.