logo

VAN GOGH A CAPODIMONTE, BELLENGER: "LEGALITA' E BELLEZZA IL MESSAGGIO DI QUESTA MOSTRA"

 

Poco meno di venti giorni per ammirare due dipinti di Van Gogh a Capodimonte. La Spiaggia di Scheveningen e la Chiesa di Nuenen non sono due tele comuni ma due opere rubate al Museo di Amsterdam quattordici anni fa e finite in mano alla camorra.

Il recupero risale al settembre scorso, la Guardia di Finanza li trovò nella villa di un narcotrafficante di Castellammare di Stabia. Prima di tornare a casa, questi capolavori del pittore olandese sono ospitati appunto dal Museo di Capodimonte.

Ospite del Treno delle 8 con Ida Di Martino, il direttore Sylvain Bellenger ci ha spiegato che " questa esposizione si aggancia al discorso sulla legalità. Ho voluto questa mostra, e sono stato immediatamente seguito da tutte
le forze dell'ordine, per dimostrare che Napoli è una città che lotta anche per la legalità. Questo mi sembrava importante perché a mio avviso la città soffre di una reputazione un po' nera. Io ho trascorso alcuni anni a Chicago dove ci sono 600 episodi di crimini all'anno ma non se ne parla come a Napoli. Si deve far capire che Napoli lotta anche per il bene. Io credo molto in questo.

E' anche colpa nostra. Ricordo che quando sono arrivato a Napoli, a Capodimonte sono stati rubati due smartphone. Prima pagina sui giornali. A Parigi, in metropolitana, questo accade ogni due minuti ma non se e parla. Non c'è bisogno di sbatterlo in prima pagina. Qui c'è da una parte l'orgoglio di essere napoletani e dall'altra un disprezzo per i napoletani. Ogni napoletano mi dice non fidarmi dei napoletani.

Ecco il segno positivo di questa mostra. I due quadri sono nel salone da ballo di Capodimonte per cui l'idea è quella di far arrivare la bellezza di Napoli e della sua storia. I napoletani hanno capito subito. Giovedì abbiamo avuto 1000 visitatori e per un giorno come questo è una rarità.

La prossima volta ci sentiremo per Picasso ad aprile. Il pittore è stato due volte a Napoli, cent'anni fa ad aprile 2017"

RIASCOLTA L'INTERVISTA

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.