logo

NE' VIVO NE' MORTO

9788807030642_quarta.jpg.448x698_q100_upscale.jpg

"Carvalho, mentre faceva la doccia, cercava di ricostruire l'accaduto, con quella memoria postetilica di cui era vittima negli ultimi anni, come se non gli restassero più neuroni virtuosi per ricordare quanto avevano fatto quelli viziosi. Prese le pastiglie per l'acido urico, la pressione, la depressione, l'euforia, la stitichezza e un piatto di trippa alla fiorentina contro l'effetto delle pastiglie. Come cucinavano i fiorentini la trippa prima che i pomodori arrivassero dall'America?"

Un giorno si presentano nell'ufficio di Pepe Carvalho tre individui che lo incaricano di ritrovare Luis Roldán, ex capo della Guardia Civil e delegato del governo in Navarra del psoe. I tre dichiarano di essere di Saragozza, di essere appassionati cacciatori e di avere affidato a Roldán i loro averi, accumulati in modo non propriamente legale, per acquistare una tenuta di caccia in Kenya. Affiancato dal fido Biscuter, Carvalho cercherà il fuggiasco fin nelle viscere della città, in quel fiume sotterraneo e putrido che alimenta politica ed economia. Come spesso accade nelle storie di Pepe Carvalho, fantasia e realtà si mescolano e quasi tutti i personaggi, i partiti e i fatti sono reali, primo tra tutti Luis Roldán, già da un pezzo a piede libero nel patrio suolo nonostante la condanna a trentun anni di galera impostagli nel 1995.

Manuel Vázquez Montalbán (Barcellona, 1939 - Bangkok, 2003) con Feltrinelli ha pubblicato: Gli uccelli di Bangkok (1990), Tatuaggio (1991), Il centravanti è stato assassinato verso sera (1991), Il labirinto greco (1992), Ricette immorali (1992), La solitudine del manager (1993), I mari del Sud (1994), Le ricette di Pepe Carvalho (1994), Pamphlet dal pianeta delle scimmie (1995), La Rosa di Alessandria (1995), La Mosca della Rivoluzione nella collana "Traveller" (1995), Le Terme (1996), Il fratellino (1997), Il premio (1998), Quintetto di Buenos Aires (1999), Storie di fantasmi (1999), L'uomo della mia vita (2000), Il signore dei bonsai nella collana "Kids" (2000), Storie di padri e figli (2001), Ho ammazzato J.F. Kennedy (2001), Tre storie d'amore (2003), Millennio. Pepe Carvalho sulla via di Kabul (2004), Assassinio al Comitato Centrale (2005), Millennio 2. Pepe Carvalho, l'addio (2005), Sabotaggio olimpico (2006), Storie di politica sospetta (2008), Assassinio a Prado del Rey e altre storie sordide (2009), La bella di Buenos Aires (2013), Luis Roldán né vivo né morto (2013). Queste ultime due sue opere, recentemente tradotte in italiano, sono apparse per la prima volta a puntate su "El País" nel 1994. Ha vinto il premio internazionale Grinzane Cavour "Una vita per la letteratura" nel 2000.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.