logo

IL SILENZIO DELLA PIOGGIA D'ESTATE

1930, Rajputana, India.
Dopo la morte del marito, Eliza, una giovane fotoreporter, si sente persa. A tenerle compagnia c'è soltanto la sua macchina fotografica. La solitudine viene un giorno interrotta da una chiamata e da un incarico inaspettato: il Governo britannico decide infatti di inviarla in un ricchissimo stato indiano per fotografare la famiglia reale. È l'occasione della sua vita e deve sfruttarla a ogni costo. Ma, al suo arrivo, una sorpresa l'attende: giunta al palazzo, conosce il fratello del principe, Jay, un ragazzo giovane, affascinante e dai modi gentili. Uniti dal desiderio di migliorare le condizioni della popolazione locale, che vive in estrema povertà, Jay ed Eliza scopriranno di avere più cose in comune di quanto potessero mai immaginare. Eppure la società indiana, molto tradizionalista, e le loro famiglie la pensano diversamente. E questo li costringerà a una scelta: fare ciò che tutti si aspettano da loro oppure seguire ciò che dice il cuore...Dinah Jefferies

Dinah Jefferies è  nata a Malacca, in Malesia, e si è trasferita in Inghilterra all'età di otto anni. Ha insegnato teatro e inglese, e ha iniziato a scrivere nei cinque anni che ha trascorso in un piccolo villaggio sulle montagne andaluse. La Newton Compton ha pubblicato il suo romanzo di esordio La separazione, il bestseller Il profumo delle foglie di tè, che è stato l'ebook più venduto nel 2016, e La figlia del mercante di seta, entrato nella classifica della narrativa straniera subito dopo l'uscita.

 

 

 

Dall'autrice del bestseller Il profumo delle foglie di tè
Un romanzo ai primi posti delle classifiche
Tradotto in 19 Paesi

Un'avvincente e straziante storia d'amore

Hanno scritto dei suoi romanzi:

«Dinah Jefferies racconta epoche e Paesi lontani attraverso appassionate eroine. Una narrativa tutta al femminile.»
Il Corriere della Sera

«Un'anima divisa in due nel Vietnam del 1950. Un bestseller internazionale.»
la Repubblica

«Seducente e romantico, capace di rendere l'autentica atmosfera del luogo e del periodo, la Jefferies ha fatto centro.»
Sunday Mirror

 

 

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.