logo

OPERAZIONE FENICE

Un successo nato dal passaparola

In un unico volume una saga imperdibile sulle nuove forme di criminalità tecnologica

Sara Kohn è una ex agente del Mossad. Nell'ultima missione ha perso il compagno, rischiando anche lei di morire, e da allora ha giurato di non impugnare più un'arma. Passa le sue giornate annegando i suoi tormenti nell'alcol, finché un evento non la induce a venir meno al suo giuramento. Robert Lombardi, professore americano in vacanza a Parigi con il figlio Pete, è in pericolo, e c'è poco tempo per salvarlo. Il talento informatico di Pete lo ha portato a ficcare il naso nella fitta rete delle operazioni terroristiche neonaziste. Dopo aver salvato Robert e Pete, sventando il piano denominato Phönix, le rimane solo una cosa da fare: trovare e uccidere Klug, l'uomo che, nell'ombra, continua a tramare contro Israele. Eppure, da cacciatrice, Sara si ritrova ben presto preda. Costretta a eseguire gli ordini di Klug, sarà coinvolta nel rapimento di uno scienziato esperto di nanotecnologie. La posta in gioco si chiama Nemesis, un'arma batteriologica con effetti devastanti... E quando finalmente anche l'ultima prova è superata, e Sara pare aver trovato la sua stabilità, l'incubo riemerge dal suo passato, travolgendola. Un'ultima avventura la attende, e si cela dietro il nome di Hydra.

Azione, suspence e intrighi internazionali. Una saga imperdibile sulle nuove forme di criminalità tecnologica.

Alcuni commenti dei lettori:

«Decisamente incalzante e travolgente. Letto d'un fiato.»

«Da leggere, ne vale assolutamente la pena.»

«Sicuramente da leggere e comprare. Complimenti all'autore.»

Classe '67, Stefano Lanciotti si è laureato in Ingegneria elettronica e lavora nel campo dell'informatica e della sicurezza. Nel 2012 scopre il self-publishing e diventa uno dei casi editoriali dell'anno, vendendo più di quindicimila copie dei suoi thriller e fantasy. La Newton Compton ha pubblicato Israel, primo capitolo delle avventure di Sara Kohn, riunite poi nel volume unico Operazione Fenice. Il suo sito è www. stefanolanciotti.it

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.