logo

E LE STELLE NON STANNO A GUARDARE

Tanti sono gli avvenimenti che scombussolano le giornate di Borgo Propizio e dei suoi numerosi abitanti, come la sempreverde zia Letizia, indaffarata a gestire la latteria insieme a Belinda, nipote acidina; le due sorelle Mariolina e Marietta, con il loro teatrino di litigi e riappacificazioni; l'amabile Ruggero, rozzo-che-piace; Dora, più pettegola che giornalaia; il maresciallo capo Bartolomeo Saltalamacchia...
Con a capo il sindaco Rondinella, il paese sfoggia una nuova zelante giunta, il cui assessore alla Cultura, il nevrotico professor Tranquillo Conforti, incarica Ornella di organizzare un evento per l'inaugurazione della biblioteca. Sì, perché il paese ora vuole la sua biblioteca civica. E dovrà essere un evento speciale, o meglio spaziale, addirittura un festival letterario, sotto le luccicanti e propizie stelle del borgo. Be', non sempre propizie. Le chiacchiere ricominciano il giorno in cui giunge Antonia, una forestiera dai boccoli ramati, che porta un misterioso bagaglio interiore. Scappando da se stessa, è alla ricerca di un luogo dove curare l'anima,tanto da decidere che lì organizzerà la propria vendetta d'amore. Una vendetta contro chi? E perché? Quale che sia il motivo, è un piatto che andrà servito freddo. Ma Antonia non sa che Borgo Propizio ha il dono di cambiare la vita di coloro che varcano la sue mura merlate...

"Una favola tenera e affettuosa."
Amica
"Un romanzo terapeutico, capace di iniettare una dose di buonumore... ha il sapore delle ricette riuscite."
Donna Moderna
"Curiosa e amena favola di Loredana Limone, ovvero la felicità lontano dalla pazza folla."
La Stampa

Loredana Limone (Napoli, 1961) ha composto la prima poesia a nove anni, ma solo nel 2002 ha esordito come scrittrice con la raccolta di fiabe IL TRENINO ARLECCHINO E ALTRE STORIE, ispiratale dal suo bambino, cui hanno fatto seguito diversi libri di gastronomia abbinata alla letteratura e alla storia.

Sua è l'idea del laboratorio di scrittura creativa gastronomica SAPORI LETTERARI di cui ha curato l'omonima antologia (Terraferma, 2008), con la prefazione di Allan Bay.

BORGO PROPIZIO (Guanda, 2012) è il suo ultimo romanzo, ma anche il luogo dove le piacerebbe vivere.

 

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.